M5S, i parlamentari sardi: “Dimissioni immediate di Solinas, ha mentito sul documento del Cts”

“Ci troviamo davanti a una situazione imbarazzante per la Sardegna che si trova al centro di uno scandalo a causa di decisioni scellerate. Perché aprire le discoteche ad agosto con la consapevolezza dei rischi di contagi e solo per fare contenti gli imprenditori stranieri è stato gravissimo”, dicono i parlamentari del M5S

“In questi mesi abbiamo compreso le difficoltà del presidente della Regione Sardegna nella gestione della pandemia. Abbiamo tollerato il tenore di dichiarazioni spesso spavalde di chi cercava ogni modo di andare contro le disposizioni del Governo pur di nascondere con belle parole la sua pericolosa inerzia. Ma ora non si può più ammettere tanta inadeguatezza e chiediamo subito le dimissioni di Solinas”.  

Queste le parole dei parlamentari sardi del Movimento 5 Stelle Emanuela Corda, Lucia Scanu, Paola Deiana, Nardo Marino, Mario Perantoni, Luciano Cadeddu, Alberto Manca, Pino Cabras.

“Ci troviamo davanti a una situazione imbarazzante per la Sardegna che si trova al centro di uno scandalo a causa di decisioni scellerate. Perché aprire le discoteche ad agosto con la consapevolezza dei rischi di contagi e solo per fare contenti gli imprenditori stranieri è stato gravissimo.

Ed è stato gravissimo aver mentito a tutti sostenendo che dietro la motivazione ci fosse un documento del comitato scientifico che invece aveva dato parere contrario appena cinque giorni prima, come riportano oggi fonti di stampa. Un documento che nessuno della sua Giunta dichiara di aver mai visto né letto. Un fatto altrettanto grave.

Tutto ciò mostra una gestione totalmente irresponsabile e pericolosa della situazione che stiamo vivendo”, concludono i parlamentari.


In questo articolo: