M5S, alt del tribunale all’espulsione di Carla Cuccu: è illegittima, diventa un caso nazionale

Il Tribunale di Cagliari, “ravvisando l’evidente illegittimità dell’espulsione dal M5S del consigliere regionale Carla Cuccu”, ha disposto con decreto emesso nel pomeriggio di oggi, la sospensione dell’efficacia del provvedimento. Ora tutte le espulsioni grilline in Italia sono in bilico

Il Tribunale di Cagliari, “ravvisando l’evidente illegittimità dell’espulsione dal M5S del consigliere regionale Carla Cuccu”, ha disposto con decreto emesso nel pomeriggio di oggi, la sospensione dell’efficacia del provvedimento, accogliendo l’istanza cautelare presentata dagli avvocati Patrizio Rovelli e Lorenzo Borrè. Carla Cuccu era stata espulsa venti giorni fa da Vito Crimi con un provvedimento del Comitato di Garanzia che, rigettando il reclamo proposto dalla consigliera avverso il provvedimento di sospensione, aveva aggravato la sanzione deliberando la sua espulsione richiamando genericamente condotte contrarie al movimento, senza però specificare in cosa queste consistessero e senza contestarle previamente all’incolpata, “violando così, tra l’altro, i più elementari principi del diritto di difesa”, secondo l’entourage della consigliera regionale sarda.


In questo articolo: