Lunamatrona, carabiniere depone a un processo poi si suicida

Ha lasciato una lettera d’addio con le scuse ai familiari e colleghi

Si è tolto la vita dopo aver testimoniato appena cinque giorni fa a Imperia, in un processo a carico di Gianfranco Cabiddu, carabiniere e  marito dell’ex procuratrice di Imperia, e di David Egidi, ex comandate dei carabinieri di Imperia, accusati rispettivamente di falso e abuso d’ufficio riguardo la vicenda relativa alla sospensione della patente di guida di Cabiddu.

L’appuntato dei carabinieri Massimo Andrea Masala,  in servizio a Lunamatrona, ha messo fine alla sua vita sparandosi con la pistola d’ordinanza.  Ha lasciato una lettera di addio chiedendo scusa ai familiari. Le ultime righe  dedicate ai colleghi, ai quali ha chiesto scusa per averli  coinvolti, con la propria testimonianza, nella vicenda giudiziaria.

 


In questo articolo: