Luigi di Maio ammette: “Le elezioni per il M5S sono andate male, ora non molliamo e lavoriamo”

Finalmente ha parlato anche il leader del M5S Luigi Di maio: “”Io voglio ringraziare i 4 milioni di italiani che ci hanno votato e ringrazio anche chi non ci ha votato: da loro prendiamo una lezione. E’ chiaro che la nostra gente si è astenuta. Ha bisogno di risposte, e i diritti sociali sono al centro della priorità degli italiani”

Luigi di Maio ammette: “Le elezioni per il M5S sono andate male, ora non molliamo e lavoriamo”. Nel pomeriggio finalmente la conferenza stampa del leader grillino. Poi i complimenti a Lega e Pd, infine l’ammissione: “Non parlo politichese: le elezioni sono andate male. Prendiamo una grande lezione: imparuiamo e non molliamo”. Poi la tesi: “. E’ chiaro che la nostra gente si è astenuta. Ha bisogno di risposte, e i diritti sociali sono al centro della priorità degli italiani”. Di Maio ha poi proseguito così: “”Ho sentito Conte, nel pomeriggio ci sarà un vertice di governo perché adesso bisogna lavorare ai provvedimenti promessi agli italiani”. Perché, come Salvini, anche lui promette: “Portiamo avanti il governo con lealtà al nostro principale alleato che è il contratto di governo”.
Il ragionamento è semplice, si legge su Quotidiano.net: “Impariamo e non molliamo. Come forza politica il M5s sta correndo una maratona, non i cento metri. E’ chiaro ed evidente che la nostra gente non è andata a votare, c’è tanto da fare ancora, tante risposte da dare a queste persone. Adesso abbiamo promesse da mantenere e da realizzare, che abbiamo fatto sia il 4 marzo 2018 sia in questa campagna per le europee. C’è da fare il salario minimo orario, il provvedimento per le famiglie che fanno figli e un serio abbassamento delle tasse”.


In questo articolo: