Luca, ristoratore della Marina: “Movida chiassosa a Cagliari? È colpa di qualche ragazzino”

Luca Cillo ha un ristorante in via dei Mille: “Per evitare il rumore basta controllare i clienti, nei locali come il mio non c’è casino. Sono i ragazzi che girano per il quartiere che fanno un tipo di movida, per così dire, giovane”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA. Cosa ne pensate?

Il cuore della movida, a Cagliari, è alla Marina. Sono lontani i tempi in cui trascorrere anche solo qualche minuto nel rione dopo il calar del sole significava rischiare di essere rapinati o, peggio ancora, aggrediti. Nel 2018 è un fiorire di ristoranti e locali più o meno alla moda. Luca Cillo, 48 anni, venti anni fa inaugura il suo locale in via dei Mille. Le previsioni per l’estate 2018? “Iniziamo a vedere turisti, meglio quelli che restano in città per quattro o cinque giorni, i crocieristi consumano poco”, osserva il ristoratore.
 Capitolo movida: due scuole di pensiero. C’è chi la vede positivamente, perché più gente gira anche la sera e la notte e più gira l’economia e chi, invece, ci trova solo caos e rumore: “È vero e non è vero. Basta controllare i clienti e il casino non c’è, come per esempio nei locali come il mio. Ci sono invece posti dove vendono birre a tutte le ore senza controllo, lì c’è casino”, osserva Cillo, “sono i ragazzi che girano che fanno un tipo di movida giovane. Alla Marina servono comunque più pulizia e controlli, di notte può capitare qualche bisticcio, ma niente di che, siamo una città abbastanza tranquilla”.


In questo articolo: