Lo strano caso di Ussana, trovati morti decine di piccioni e gatti: presto le analisi

Alcuni cittadini hanno già prelevato le carcasse per farle analizzare. Contestualmente la situazione è stata portata all’attenzione delle autorità competenti

Da qualche giorno Ussana è teatro di una moria di animali.

I primi ad essere stati trovati morti in strada, molto probabilmente avvelenati, sono stati i piccioni. Il numero è via via cresciuto e, notte dopo notte, ha interessato anche alcuni gatti.

Uccelli morti sono stati trovati nelle strade vicine alla scuola, in zone frequentate da bambini, quindi a rischio. 

Alcuni cittadini hanno già prelevato le carcasse dei poveri piccioni per farle analizzare. Contestualmente la situazione è stata portata all’attenzione delle autorità competenti.

Si cerca di capire se la causa della morte di così tanti animali – difficilmente accidentale – possa essere dovuta all’opera criminale dell’uomo o ad altri fattori. 

Nel frattempo si invitano i cittadini a stare in guardia e a segnalare comportamenti sospetti, come anche l’eventuale presenza di animali morti in strade, aree condominiali o giardini privati. E’ da tener presente, infatti, che cani e gatti possono entrare in contatto col veleno per via indiretta, dopo aver ingerito carne di piccione. Quanto agli uccelli, sono animali protetti secondo la legge n. 968 del 27/12/1972, e non possono essere né catturati, né avvelenati o sterminati. Chi fosse sorpreso ad ucciderli rischia pene severe fino al carcere. 

F.G.


In questo articolo: