Lo spettacolare flyboard di Perseu sbarca nella diga di Siliqua

Cristiano Perseu, 26 enne, cagliaritano, tecnico dell’Eni con la passione per uno sport avvincente 

Ha riscosso grande successo il Flyboard, alla diga “Medau Zirimilis” di Siliqua nel corso della manifestazione di “Cable Cup 2014” campionato italiano di wakeboard, dove l’atleta Cristiano Perseu (nelle foto di Gianni Tegas), dell’associazione sportiva Flyboard Hero 4 Mori, si è esibito in questo nuovo sport spettacolare e avvincente, ricevendo ampi consensi. Il Flyboard è una macchina, collegata ad una moto d’acqua, che permette la propulsione sott’acqua e in aria. Il suo utilizzo intuitivo da sensazioni eccezionali. Muoversi sott’acqua, uscire rapidamente come un delfino, sfidare la legge di gravità con evoluzioni e acrobazie, rendono questo sport acquatico spettacolare e avvincente. Cristiano Perseu, 26enne, cagliaritano, tecnico all’Eni nelle piattaforme petrolifere del mar Adriatico, pratica il Flyboard da circa una anno, dopo averlo scoperto durante una vacanza in Australia. Di recente si è esibito al Poetto e in altre spiagge dell’Isola, lasciando tutti sbalorditi. L’ultima sua esibizione il 6 luglio, nel lago di Medau Zirimilis a Siliqua. Cristiano Perseu, pratica l’atletica leggera, dove ha fatto sinora incetta di premi. Tra i principali riconoscimenti: medaglia d’oro nel salto con l’asta ai giochi mondiali delle Isole nel 2005; medaglia d’argento nella staffetta 4X100. Si laurea poi campione italiano nel 2007, conseguendo tre record sardi nelle discipline: salto con l’asta, eptathlon e decathlon. Veste, inoltre, la maglia della nazionale italiana under 20 per il salto con l’asta; più volte medaglie d’argento e di bronzo nel salto con l’asta ai campionati italiani Fidal e più volte campione italiano Libertas nel salto con l’asta e salto in lungo. Abbiamo quindi chiesto a Cristiano com’è nata questa sua passione per il Flyboard. «La mia prima esperienza in questa disciplina sportiva risale al 2013, durante una vacanza in Australia. L’emozione adrenalinica fu così forte che decisi di portare il Flyboard in Sardegna, e quindi In Italia. Insieme a Francesca Argiolas fondai la Asd Flyboard Hero 4 Mori, società sportiva affiliata alla Fisw, (Federazione italiana sci nautico e wakeboard), per promuovere lo sport nascente. Uno sport che anche se sembra complesso, in realtà è molto semplice e intuitivo». Per praticare quest’attività sportiva è necessario frequentare prima un breve corso tenuto da Cristiano. «Volare è sempre stato il mio sogno – conclude Cristiano – per questo pratico il salto con l’asta, che si avvicina tantissimo all’emozione di spiccare il volo. Ho provato tantissime cose ed esperienze meravigliose, ma come il Flyboard non ho trovato ancora nulla». ROBY COLLU


In questo articolo: