Litiga col fratello e rischia di incendiare la casa: 66enne arrestato a Sinnai

L’uomo,  al culmine di una lite per futili motivi col fratello 54enne, ha dato fuoco ad alcune masserizie.

Nella serata di ieri, a Sinnai, i Carabinieri della Stazione hanno arrestato per danneggiamento seguito da incendio e violenza, minaccia e resistenza a un pubblico ufficiale un 66enne del luogo, con precedenti di polizia.  I Carabinieri,  su richiesta di intervento dei vigili del fuoco, si sono recati in via Roma dove l’uomo,  al culmine di una lite per futili motivi col fratello 54enne, anch’egli con precedenti di polizia, nel cortile condominiale ha dato fuoco ad alcune masserizie. Le fiamme hanno interessato le pareti delle abitazioni. L’uomo, nel tentativo di sottrarsi all’identificazione, ha scagliato due pietre di grosse dimensioni contro i militari, minacciandoli, e ha tentato di aggredirli con calci e pugni, prima di essere immobilizzato. Nessun danno strutturale allo stabile. Il 66enne, dichiarato in arresto, è stato trasferito presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida fissata per la mattinata odierna.


In questo articolo: