Lina Lunesu (Lega): “No alla zona arancione in Sardegna, ma colpa anche dei giovani poco responsabili”

L’Isola “condannata” a dire addio al bianco anche da comportamenti scorretti dei giovanissimi, la senatrice sarda leghista: “Non si può prendere il virus sottogamba”

“A me dispiace che molti giovani non capiscono che occorre rispettare le regole, perché se escono senza mascherina, senza distanze, senza lavarsi spesso le mani sappiamo che sono quelli che poi trasmettono il virus in famiglia. È molto importante parlare con i ragazzi, formarli perché la cosa è veramente delicata, non bisogna prenderla sottogamba. Ci vuole quindi la collaborazione di tutti perché si esca da questa situazione così difficile;  potevamo continuare a  essere in zona bianca se non ci fossero stati dei comportamenti non buoni. I giovani devono capire che non possono comportarsi così ma c’è poca informazione secondo me e poco rispetto da parte loro che avrebbero dovuto comportarsi in maniera diversa. Vedere ancora le attività chiuse penalizza tantissimo gli imprenditori e le persone che vivono del loro lavoro”.
Risentite qui l’intervista a Lina Lunesu del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU