L’impresa di Paolo Massenti, in bici “conquista” l’Everesting a Sanluri: “Ho vinto”

Impresa compiuta, il militare della Brigata Sassari riesce a fare per 405 volte la ripida salita sino al castello di Sanluri: “Ho vinto”

“Ho vinto io” sono le prime parole di Paolo Massenti che ha compiuto l’impresa dell’Everesting a Sanluri, una scalata in bicicletta che simula il percorso della cima più alta del mondo, cioè quella dell’Everest. 8848 metri di ascesa, senza fermarsi quasi mai se non per la necessità di mangiare e bere e dalle 15 di ieri, ora della partenza, ha ultimato poco fa la sua scalata che dall’arco del castello porta al convento dei Cappuccini. Originario di Sanluri, militare della Brigata Sassari presso le file del 3º Reggimento Bersaglieri, Paolo Massenti è anche un atleta  di fama internazionale che compete con il tricolore cucito nel petto. Non è la prima volta che compie questa sfida: un anno fa esatto festeggiava i successi ottenuti nella salita dell’Aquila a Gesturi e in Francia per la prestigiosa Parigi – Brest – Parigi. “Pedala dalle 15 di ieri – scrive il sindaco di Sanluri Alberto Urpi – per raggiungere un traguardo importante, sulla distanza e sulla resistenza.
Inoltre lo fa promuovendo il nostro Comune e le nostre bellezze. Complimenti al nostro concittadino Paolo Massenti, e grazie per questi sforzi che promuovono Sanluri”.
“Una impresa non semplice”, ha dichiarato Massenti che in meno di 24 ore ha percorso ben 405 volte la dura salita, un segmento cortissimo ed insidioso su strada ciottolata e con una rampa al 15% di pendenza da metà segmento di salita fino alla fine della stessa. Ora tutti i dati raccolti della sua impresa saranno inviati in Australia dove verranno analizzati scrupolosamente dal  team di esperti che dichiarerà ufficialmente il successo del campione sardo.

In questo articolo: