L’Europa cancella l’ora legale, addio al cambio di lancette 2 volte l’anno

“La gente vuole farlo, quindi lo faremo”, così il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker. La rivoluzione, se approvata, riguarderà ovviamente anche la Sardegna. Cosa ne pensate?

di Paolo Rapeanu

Addio al cambio tra ora solare e ora legale, addio alle lancette degli orologi portate avanti o indietro di sessanta minuti due volte all’anno. La proposta – come riporta il nostro giornale partner Quotidiano.net – arriva dalla Commissione europea. A annunciarlo è il presidente Jean-Claude Juncker, in un’intervista al canale televisivo tedesco Zdf. “Lo decideremo oggi”, ha aggiunto Juncker, specificando che la proposta della Commissione consiste nell’adottare l’ora legale per tutto l’anno, abbandonando il passaggio all’ora solare durante l’inverno. Una misura che dovrà comunque essere approvato dal Parlamento europeo e dai capi di Stato e di governo.

“La gente vuole farlo, quindi lo faremo”, ha assicurato Juncker facendo riferimento a un sondaggio online condotto fra luglio e agosto, secondo il quale la maggior parte dei 4,6 milioni di partecipanti si sono detti favorevoli a eliminare la convenzione per cui durante l’estate l’orario di tutta l’Europa viene spostato un’ora avanti, per sfruttare al meglio le ore di luce nell’arco della giornata.

Nella consultazione pubblica lanciata in estate dall’esecutivo comunitario, l’80% dei rispondenti si sarebbe espresso a favore di questa ipotesi. “Milioni di persone hanno risposto e credono che dovrebbe essere così – ha detto Juncker – La richiesta di abolire l’ora solare è sostenuta da una parte importante dell’opinione pubblica dei Paesi del Nord – spiega il presidente della Commissione – che denunciano i danni per la salute del cambio di ora. Tra i governi dell’Ue, Finlandia, Svezia e alcuni Stati membri dell’Est si sono espressi per l’abolizione, ma non è stata registrata una maggioranza a favore. A febbraio, l’Europarlamento aveva bocciato l’ipotesi di abolire il cambio semestrale dell’ora. L’ora legale è la convenzione di spostare avanti di un’ora le lancette degli orologi di uno Stato per sfruttare meglio l’irradiazione del sole durante il periodo estivo. Dal 2000 una direttiva comunitaria – quindi vincolante – obbliga gli Stati a introdurla fra il 25 e il 31 marzo di ogni anno e a rimuoverla fra il 25 e il 31 ottobre, per armonizzarne l’utilizzo in tutta la Ue.


In questo articolo: