L’esempio di Muravera: pulita l’area, valorizzati i bellissimi menhir

L’azienda agricola Coile Scalas si è fatta promotrice di un intervento straordinario di sistemazione dell’area che ospita nel Sarrabus i bellissimi menhir

Nell’ottica di una collaborazione pubblico-privato per la valorizzazione ed il decoro delle area archeologica secondo lo spirito del DL n° 83 2014 “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo” che favorisce gli interventi di valorizzazione del patrimonio culturale pubblico ivi compreso quindi il patrimonio archeologico, il giorno 31 luglio 2015, l’Azienda Agricola Coile Scalas di Demurtas G & figli di Muravera proprietaria dei terreni su cui giace il sito archeologico di Pranu Is Scalas, ha effettuato i lavori di pulizia del sito archeologico stesso attraverso lo sfalcio dell’erba e la potatura della macchia mediterranea.

In questo modo, grazie alla preziosa collaborazione della Cooperativa 3D di Armungia e l’archeologo dott. Stefano Crispu, è stato possibile migliorare le condizioni di fruibilità ed accessibilità dell’area che con i suoi 43 Menhir (di cui due antropomorfi) ed il nuraghe rappresenta una valida meta per i numerosi turisti che visitano le coste del Sarrabus e non solo.

I lavori sono stati eseguiti senza naturalmente contrastare le esigenze di salvaguardia del sito archeologico e quindi in accordo con la Soprintendenza per i Beni Archeologici di Cagliari, il comune di Muravera ed il comando Stazione Forestale di Muravera.

 


In questo articolo: