Le scuole in Italia non chiudono, vince la linea di Azzolina: lezioni in presenza nei licei, ma con i turni dalle 9

Niente didattica a distanza, l’annuncio del premier Conte sul nuovo Dpcm: “Per i licei modalità ancora piu’ flessibili, con ingressi alle 9 e possibilita’ di lezioni anche nel pomeriggio”. Passa la linea della ministra Azzolina: niente didattica a distanza

Scuole in Italia, vince la linea di Azzolina e non si chiude: le lezioni anche nei licei continuano in presenza. Niente didattica a distanza obbligatoria, l’annuncio del premier Conte sul nuovo Dpcm: “Per i licei modalità ancora piu’ flessibili, con ingressi alle 9 e possibilita’ di lezioni anche nel pomeriggio. Le attività scolastiche proseguono in presenza, è un asset fondamentale. Per le superiori verranno favorite modalità flessibili con ingresso degli alunni dalle 9 se possibile turni pomeridiani”. Di fatto gli orari scolastici si allungano, si è raggiunta una mediazione: gli orari di ingresso saranno alternati con dei turni ma le lezioni non inizieranno prima delle 9, per evitare congestionamento dei mezzi pubblici con chi entra al lavoro. Una sorta di scaglionamento sociale. La didattica a distanza nelle scuole superiori potrà essere aumentata rispetto alle regole già vigenti e sarà sicuramente integrata, ma solamente in situazioni di evidente criticità sanitaria e previa comunicazione al Ministero dell’Itstruzione.


In questo articolo: