Lavoro nero e irregolare nell’azienda agricola: la Finanza chiede la sospensione dell’attività

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Iglesias, nell’ambito delle attività di contrasto al lavoro nero ed irregolare, hanno concluso un controllo nei confronti di un’azienda agricola operante nel Basso Sulcis

Le Fiamme Gialle della Tenenza di Iglesias, nell’ambito delle attività di contrasto al lavoro nero ed irregolare, hanno concluso un controllo nei confronti di un’azienda agricola operante nel Basso Sulcis.

 L’attività ispettiva è scaturita dall’intensificazione dei controlli finalizzati alla verifica del pieno rispetto della normativa a tutela dei lavoratori e della leale concorrenza tra operatori economici.  Il soggetto target è stato individuato a seguito delle informazioni acquisite nel corso dei servizi di controllo del territorio, successivamente approfondite con le risultanze delle banche dati in uso al Corpo.

 All’atto dell’accesso i militari hanno controllato e intervistato i 3 soggetti evidentemente dediti a svolgere attività lavorative e successivamente hanno proceduto ad un confronto con la documentazione obbligatoria. A conclusione degli approfondimenti necessari, al titolare dell’esercizio è stato contestato l’impiego di 2 lavoratori sprovvisti della regolare copertura contributiva e assicurativa e, pertanto, destinatario di sanzioni amministrative comprese tra i 1.800 e i 10.800 euro per ciascun dipendente.

 Inoltre l’azienda è stata segnalata al competente Ispettorato Territoriale del Lavoro per l’applicazione dell’ulteriore sanzione della sospensione dell’attività imprenditoriale, in quanto nell’unità operativa ispezionata, il personale in nero individuato è risultato essere in misura superiore al 20% del totale dei lavoratori presenti.


In questo articolo: