Lavoro, la promessa di Zedda: “Riporterò in Sardegna i nostri giovani sparsi per il mondo”

Il candidato del centrosinistra alla Regione annuncia “un’azione quotidiana in ogni direzione possibile per creare sviluppo”. Critiche alla sanità di Pigliaru: “L’Areus è l’ennesima struttura che non serve”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Lavoro e sanità, due temi fondamentali per la Sardegna, “visti” con gli occhi del candidato del centrosinistra Massimo Zedda. C’è l’eredità del quinquennio Pigliaru – stessa parte politica – che potrebbe essere decisiva al momento del voto, soprattutto su due settori nei quali si sono registrati molti malcontenti: “Sul lavoro dedicherò ogni giorno per creare possibilità di sviluppo, e riportare i giovani sardi che stanno spendendo le loro professionalità in Italia, in Europa e nel mondo di nuovo in Sardegna”, dice Zedda.
Altro tema, quello della sanità: “Lo Stato vuole operare nuovi tagli, su questo bisognerà fare una battaglia forte per impedirlo, come Regione non li potremmo sopportare. Qualcosa da rivedere c’è, da sempre non sono stato contento dell’azienda unica regionale. Bene l’elisoccorso, mentre l’Areus sembra essere una struttura che non serve”.


In questo articolo: