Lavoro, da mercoledì buste paga più pesanti per 16 milioni di dipendenti

Di Maio: “Non sarà la rivoluzione, ma è sicuramente un importante passo avanti”

Il Governo ha già stanziato 3 miliardi di euro per il 2020 che serviranno alla riduzione del cuneo fiscale sugli stipendi dei lavoratori dipendenti. La disposizione di legge interviene anche rideterminare l’importo ed estendere la platea dei percettori dell’attuale “bonus Irpef”.  

Da mercoledì una piccola, grande, novità attende i contribuenti italiani. Entra in vigore il taglio del cuneo fiscale sugli stipendi dei lavoratori dipendenti. Lo prevedeva un decreto legge del Governo varato a marzo, che a sua volta attuava una norma della legge di bilancio che ha stanziato 3 miliardi per il 2020 e 5 miliardi per il 2021 per la riduzione del carico fiscale sui lavoratori dipendenti, estendendo la platea dei percettori dell’attuale ‘bonus Irpef’ di 80 euro che viene a questo punto abrogato.

Leggi su Agi.it


In questo articolo: