Lavori a Barracca Manna, residenti in rivolta: “Cinque mesi nel fango”

Molti hanno fatto ricorso ai calzari: “Dateci le passerelle”. Problemi per chi accompagna i figli piccoli in carrozzella. “Ci riempiamo ogni volta di fango e non vi dico la fatica per trasportare il bimbo piccolo o la spesa”

Di Ennio Neri

Disagi. E tanto tanto fango. Specie in queste giornate di pioggia. Residenti in rivolta a Barracca Manna, quartiere interessato dai lavori di riqualificazione (strade, sottoservizi e illuminazione) delle strade del rione. In assenza di passerelle, molti abitanti costretti a fare i conti col fango hanno fatto ricorso ai calzari. Problemi per chi accompagna i figli piccoli in carrozzella. “Siamo 5 mesi in queste condizioni”, accusa Andrea Murgia, residente in via Cala Regina, “in mezzo al fango e senza neanche una piccola passerella per attraversare. Potete immaginare cosa significhi raggiungere la casa e anche la macchina, che, naturalmente è parcheggiata lontana dalla abitazione. Ci riempiamo ogni volta di fango e non vi dico la fatica per trasportare il bimbo piccolo o la spesa”.
“Non è possibile stare in questa condizione”, attacca Marianna Stara. I residenti avrebbero anche chiesto all’impresa che ha in esecuzione i lavori di posizionare delle passerelle, ma per ora in strada si trova solo qualche asse. “Dovrebbero sempre esserci”, conclude Marianna Stara, “in più”, conclude, “i lavori vanno avanti con una lentezza disarmante”.


In questo articolo: