Lavoratori Forestas, spiraglio dopo la protesta: ora la Regione si muove

Saranno iscritte all’ordine del giorno della Prima Commissione le due proposte di legge presentate da maggioranza e minoranza per l’armonizzazione dei contratti dei dipendenti dell’Agenzia Forestas

Saranno iscritte all’ordine del giorno della Prima Commissione le due proposte di legge presentate da maggioranza e minoranza per l’armonizzazione dei contratti dei dipendenti dell’Agenzia Forestas.

E’ quanto deciso dalla Conferenza dei capigruppo del Consiglio regionale al termine dell’incontro con la delegazione dei lavoratori forestali che in mattinata hanno manifestato a Cagliari per chiedere l’applicazione del contratto del pubblico impiego a tutti i dipendenti attualmente inquadrati come braccianti agricoli.

L’organismo consiliare, vista la delicatezza della questione, ha disposto una deroga al Regolamento interno che impedisce alle commissioni di riunirsi durante la sessione di bilancio. «La Commissione Autonomia lavorerà da subito per arrivare a una sintesi – ha detto il presidente Ganau – il provvedimento potrà arrivare poi in Aula ma prima occorrerà attendere la risposta dell’Inps ai quesiti formulati dal Consiglio su due punti fondamentali: la possibilità di mantenere l’indennità di disoccupazione per i lavoratori stagionali e il mantenimento di livelli contributivi paritari».

I rappresentanti dei lavoratori hanno chiesto con forza un’accelerazione dell’iter legislativo: «Il Consiglio faccia la sua parte – ha detto Alessio Saba di Confederdia – un parere dell’Inps non deve bloccare un organo legislativo. L’ente previdenziale ha già risposto affermativamente a Forestas, ci sono tutte le condizioni per andare avanti».

«Il Consiglio ha il dovere di verificare la copertura finanziaria della legge – ha replicato Ganau – stiamo sollecitando l’Inps perché venga data una risposta in tempi rapidi».

D’accordo sulla necessità di affidare alla Commissione “Autonomia” il compito di fare sintesi si sono espressi tutti i capigruppo. La minoranza, per bocca dei presidenti dei gruppi di Forza Italia e Udc, Pietro Pittalis e Gianluigi Rubiu, ha chiesto di procedere anche senza un parere formale dell’Inps».

Su richiesta dei lavoratori, il presidente Ganau ha fissato un nuovo incontro per una verifica della situazione da tenersi prima della pausa natalizia.


In questo articolo: