Lastre spaccate, transenne e pasticci: al Bastione di Cagliari turisti in tour nel degrado

Inizia la bella stagione e aumentano i vacanzieri in giro per la città. Tra le tappe c’è anche la terrazza del Bastione, dove spiccano lastre di marmo spaccate, pannelli di plexiglass vandalizzati, recinzioni e transenne: e le foto ricordo finiscono in tutto il mondo. GUARDATE il VIDEO REPORTAGE

Tutto – o quasi – come un mese fa, come tre mesi fa, come un anno fa. Al Bastione di Cagliari gli operai si danno da fare oltre la recinzione – nell’area a ridosso della scalinata – ma i problemi abbondano nella spaziosissima terrazza panoramica. La metà delle sedute in marmo sono solo un ricordo: spaccate, distrutte, in qualche caso i “maxi cocci” sono abbandonati in bella mostra per terra. Decine di scritte senza senso “ornano” i pannelli in plexiglass, che vengono ripuliti e di nuovo sporcati alla velocità della luce. In più, transenne e recinzioni: non proprio un ottimo biglietto da visita per la città. Proprio in questi giorni per le strade del centro si vedono molte comitive di turisti: l’estate è alle porte, aprile è un mese nel quale, da qualche anno, si registrano buoni numeri alla voce “arrivi di vacanzieri”. Una buona parte di loro arriva sino alla sommità del Bastione per scattare foto ricordo.

E le immagini del degrado arrivano un po’ in tutto il mondo. Certo, la maggior parte dei turisti fotografa questo o quel panorama della città, ma basta un selfie ricordo per immortalare anche gli ancora troppi “sfregi” che offendono uno dei monumenti-simbolo di Cagliari. 



In questo articolo: