L’Ardia di Sedilo alla ribalta nazionale: due cavalli abbattuti e una decina sotto osservazione

L’Ardia di Sedilo alla ribalta nazionale: due cavalli abbattuti e una decina sotto osservazione dopo la rovinosa caduta che ha coinvolto diversi fantini e un operatore della sicurezza.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Diventa un caso nazionale la vicenda, scende in campo anche l’organizzazione internazionale protezione animali che annuncia una istanza di accesso agli atti e non esclude un’azione da intraprendere nelle dedi opportune. “Un inaccettabile “spettacolo”, retaggio del passato remoto, un’usanza che mette a rischio cavalli e cavalieri” è stata definita la discesa a gran velocità in onore del Santo e della tradizione che, ancora oggi, va avanti non senza polemiche. Le immagini dei cavalli gravemente feriti, e poi abbattuti, hanno fatto il giro del fel web e delle testate giornalistiche nazionali: centinaia i commenti che sono susseguiti, animalisti in rivolta contro palii e giostre dove la sorte dei partecipanti a quattro zampe è motivo di pericolo.

Grande paura anche per i cavalieri finiti a terra e calpestati dagli animali in corsa, per fortuna le loro condizioni non sono gravi, al contrario di quelle degli esemplari sottoposti, dai veterinari incaricati, all’immediata eutanasia.


In questo articolo: