L’appello della polizia di Cagliari: “A Capodanno niente botti illegali, festeggiate in sicurezza”

Il 31 dicembre si avvicina, polizia in campo per evitare che i cagliaritani possano ferirsi con “bombe carta” e petardi illegali: “Controllate sempre le etichette, i botti rimangono vietati per chi ha meno di 14 anni”. GUARDATE il VIDEO

La polizia di Cagliari sceglie l’hashtag #festeggiainsicurezza per strizzare l’occhio, soprattutto ai più giovani, sul corretto utilizzo dei botti di Capodanno. Ci sono quelli illegali e quelli legali, ma per chi ha meno di quattordici anni la legge parla chiaro: vietato qualunque tipo di petardo. La squadra degli Artificieri ha girato varie scuole cittadine per sensibilizzare centinaia di studenti. Tra “bombe-carta” artigianali e petardi realizzati da mani inesperte, il rischio è quello di dover trascorrere l’anno nuovo nelle corsie di un ospedale per le ferite causate dalle esplosioni. E, rispetto a qualche anno fa, il commercio di botti irregolari ha ormai trovato spazio anche sul web: “Purtroppo esiste, come tanti altri pericoli del web, bisogna stare molto attenti agli acquisti online, devono essere fatti in sicurezza e bisogna acquistare solo prodotti legali”. Massima attenzione anche per il dopo-festeggiamenti: “Il primo gennaio c’è la possibilità che rimangano, per terra, petardi inesplosi e che attraggano soprattutto i più piccoli. Non devono raccoglierli, potrebbe essere molto pericoloso”.


In questo articolo: