L’Alabama vieta l’aborto anche in caso di stupro

Da questo momento in poi i medici che praticano l’interruzione di gravidanza in Alabama, anche nei casi di stupro o incesto, commettono un crimine per il quale è prevista una pena fino a 99 anni di carcere

Il governatore dell’Alabama, la repubblicana Key Ivey , ha firmato il provvedimento che mette al bando l’aborto nello Stato, anche nei casi di stupro e incesto. Quella dell’Alabama è la legge più restrittiva d’America sul diritto all’aborto. “Oggi ha firmato, trasformando in legge, l’Alabama Human Life Protection Act”, ha dichiarato la governatrice Ivey postando su Twutter la foto della ratifica del provvedimento licenziato ieri dal parlamento dello Stato. CONTINUA A LEGGERE SU AGI.IT

 

 

foto dal web