L’addio in chat a Solinas di Alessandra Zedda: “La mia è una scelta individuale”

Leggete il testo del messaggio dell’ex vicepresidente ed ex assessore del Lavoro ai colleghi. Ma la lettera di dimissioni sarebbe molto più dura e critica, dunque non sarebbe una scelta personale ma fortemente politica. E ora che farà? I giochi sono aperti


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

L’addio in chat di Alessandra Zedda: “La mia una scelta individuale”. Leggete il testo del messaggio dell’ex vicepresidente ed ex assessore del Lavoro ai colleghi. Ma la lettera di dimissioni sarebbe molto più dura e critica, dunque non sarebbe una scelta personale ma fortemente politica. E ora che farà? I giochi sono aperti: “Caro Presidente, cari colleghi in questi tre anni sono stata al vostro fianco soprattutto con passione e dedizione – ha scritto Alessandra Zedda, ormai ex vice presidente della Giunta regionale della Sardegna – ora per scelta individuale il mio impegno sarà in aula sempre al vostro fianco. La mia scelta individuale – ha ribadito l’esponente di Fi – spero possa rafforzare il nostro impegno per la Sardegna e per i sardi. Un forte abbraccio e grazie a tutti voi!”. È questo il messaggio che Alessandra Zedda, ormai ex assessore del Lavoro ed ex vice di Solinas, ha inviato ai suoi colleghi. Un messaggio all’insegna della pace che però non rispecchierebbe, secondo quanto emerge, quello che invece è il contenuto della lettera inviata ieri sera a Solinas dopo l’incontro a Villa Devoto, una lettera molto dura che si concentra sostanzialmente sull’immobilismo della giunta in questi anni.

 

 

Una scelta, dunque, che di personale non ha proprio nulla e anzi è fortemente politica, e che darà comunque il via a un nuovo corso per il centrodestra sardo. L’insofferenza della Zedda non è una novità, e chi la conosce bene parla di un disagio crescente per un ruolo che ormai gli stava stretto perché non gli consentiva di fare quello che avrebbe voluto, soprattutto a causa della lentezza dell’azione di governo. E mentre il centrosinistra invita Solinas a fare la stessa cosa, sottolineando la gravità di una situazione del genere, già impazzano le voci sul futuro di Zedda e sulle sue scelte. Resterà in Forza Italia o invece andrà via, come è molto probabile? Non è poi un mistero che Zedda voglia candidarsi alla presidenza della Regione: proverà a procedere per conto suo cercando di riunire intorno a sé tutti i sempre più numerosi scontenti oppure cambierà partito se non addirittura coalizione? Insomma, i giochi sono aperti.


In questo articolo: