La verità sul Martini: “Nessuna chiusura, trasferimento temporaneo”

L’istituto Martini non chiude, saranno alcune classi a essere trasferite temporaneamente al Besta, giusto il tempo della durata dei lavori di consolidamento dei solai.  Gli studenti: a questa scuola siamo affezionati, vogliamo terminare gli studi qui

Nessuna chiusura per l’istituto tecnico economico ‘Pietro Martini’ di Cagliari: lo storico edificio di via sant’Eusebio necessita di alcuni lavori di consolidamento che porteranno al trasferimento temporaneo di parte delle classi al tecnico commerciale ‘Fabio Besta’ di Monserrato.

“La scuola non chiude” – precisa Domenico Ripa, dirigente scolastico del Martini, “continueranno a restare nella sede storica tutti gli uffici amministrativi e un gruppo di classi. Ancora non sappiamo quante, perché il piano di trasferimento non è ancora stato deciso. Si tratta comunque di un trasferimento parziale e momentaneo che credo durerà per tutto l’anno scolastico, e avverrà probabilmente a fine mese: dipende da quando sarà allestito l’altro istituto. Fin quando non sarà tutto pronto continueremo a stare qui, così da evitare interruzioni nell’offerta didattica per i ragazzi”.

Alla base della decisione presa tra la scuola e la Provincia, padrona dello stabile, l’esigenza di fare lavori per il consolidamento di una parte della struttura. “Si sono resi necessari interventi di consolidamento di diversi solai del primo e secondo piano dello stabile, operazioni che non possono essere fatte con la presenza degli studenti in classe. I solai dell’ultimo piano sono stati sistemati da poco, così come tutti i bagni presenti nell’edificio, consegnati la prima settimana di settembre”. Reazioni contrastanti al trasferimento da parte degli studenti. “Non sono felice di questo ipotetico spostamento” spiega Riccardo, “non perché il Besta sia distante, ma perché a questo edificio sono affezionato, sono al quinto anno e vorrei finire qui”. C’è invece chi come Luana, Silvia e Chiara è ben contenta di traslocare a Monserrato. “Il trasferimento di sede? Ottimo, così siamo più vicine a casa”.  


In questo articolo: