La tragedia di San Valentino: campione di ciclismo uccide la moglie, poi si toglie la vita

Ora non ci sono più dubbi: sono due le vittime, marito e moglie che muoiono insieme, nella drammatica tragedia di San Valentino

La tragedia di San Valentino: campione di ciclismo uccide la moglie, poi si toglie la vita. Ora non ci sono più dubbi: sono due le vittime, marito e moglie che muoiono insieme, nella drammatica tragedia avvenuta oggi a Rovigo. Tino Bellinello, 87 anni, spara alla moglie renata bergo, 79 anni, e la ammazza.

Poi punta contro di sè l’arma da fuoco, e muore dopo oltre dodici ore di agonia in ospedale. Avevano deciso di farla finita insieme, lasciando un inquietante biglietto: “Scusateci, ma non ce la facciamo più, la facciamo finita”, il testo del messaggio.

Si tratta di una coppia molto conosciuta, come riporta La Voce di Rovigo: avevano gestito a lungo un distributore Shell in città e anche una lavanderia. Oggi, il terribile addio. Per un omicidio suicidio che sembrerebbe nato dalla volontà di entrambi.


In questo articolo: