La scoperta choc: facevano prostituire la figlia di nove anni, genitori arrestati

E dal racconto-choc della bambina ai carabinieri emergono particolari drammatici

La scoperta choc: facevano prostituire la figlia di appena nove anni. Due genitori,  di 58 e 43 anni, sono stati arrestati dai carabinieri a Palermo con l’accusa di violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione minorile.

 La vicenda avviene in un paese del Palermitano, in un contesto di forte degrado. Il nostro giornale partner Quotidiano.Net racconta: “I rapporti, dietro pagamento di una ventina di euro, avvenivano in campagna o nell’abitazione della coppia arrestata. Oltre a madre e padre della vittima sono stati arrestati i due uomini con cui la bambina ha avuto rapporti sessuali a pagamento, di 63 e 79 anni. Per i 4 indagati il gip ha disposto i domiciliari. L’inchiesta è stata condotta dai carabinieri della Compagnia di Partinico. La bambina è stata affidata ora a una casa famiglia.

E dal racconto-choc della bambina ai carabinieri emergono particolari drammatici. “Vivo con mamma e papà. Sono figlia unica. Mio padre fa l’agricoltore. Il primo agosto l’ho accompagnato a raccogliere i pomodori nel campo. Lui si era messo d’accordo con un amico di famiglia che ci aspettava all’interno della sua macchina. Ha aiutato papà a prendere i pomodori, poi si è steso in macchina”, racconta la piccola di 9 anni, che aggiunge dopo alcuni particolari scabrosi: “… non era la prima volta. Era successo più volte e ogni volta mi offriva soldi. Spesso è successo anche con mamma”.


In questo articolo: