La Sardegna piange Cinzia Cotza, 45 anni: l’ennesima vittima di strade strette buie e pericolose nell’Isola

Si chiamava Cinzia Cotza, aveva solo 45 anni, lavorava a Livigno ma viveva a Zeddiani, nell’Oristanese, insieme ai genitori. E’ lei la vittima dell’ultima tragedia sulle strade sarde: è morta ieri a tarda sera a Solanas, a due passi da Cabras, nella sua Lancia Y che si è schiantata contro un pullman

Si chiamava Cinzia Cotza, aveva solo 45 anni, lavorava a Livigno ma viveva a Zeddiani, nell’Oristanese, insieme ai genitori. E’ lei la vittima dell’ultima tragedia sulle strade sarde: è morta ieri a tarda sera a Solanas, a due passi da Cabras, nella sua Lancia Y che si è schiantata contro un pullman dell’Arst.

I vigili del fuoco, intervenuti insieme ai soccorritori del 118, hanno dovuto usare le cesoie elettriche per aprire l’automobile accartocciata ed estrarre il corpo. Inutili i tentativi di rianimarla, in momenti concitati e disperati, da parte  dei sanitari. Sono rimasti invece illesi, anche se visibilmente sotto choc, i passeggeri del pullman e l’autista. Cinzia Cotza lavorava appunto a Livigno, località sciistica in provincia di Sondrio, al confine con la Svizzera. Faceva le stagioni e aveva operato come commessa, riportano i siti locali e il quotidiano Leggo. Ennesimo incidente stradale su quel tratto di strada, in cui adesso divampano le polemiche.


In questo articolo: