La Regione salva gli scuolabus sardi con contributi straordinari

Ecco come sarà salvato il servizio

 La Regione concederà un contributo per la copertura dei costi di gestione del trasporto scolastico ai Comuni in cui sono stati soppressi i punti di erogazione del servizio. La Direzione generale dell’Assessorato della Pubblica istruzione recepirà le manifestazioni di interesse da parte dei Comuni, in forma singola o associata. Sono ammessi gli enti locali in cui non è presente la scuola primaria e/o la scuola secondaria di primo grado e/o la scuola dell’infanzia, sia statale che paritaria. E ancora i Comuni nel cui territorio, pur essendo presenti scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, sono ricomprese frazioni in cui in passato erano presenti scuole e vi siano attualmente residenti bambini in età scolare.

Le risorse. Per questo intervento la Regione ha stanziato un milione 850mila euro, che saranno così ripartiti: un milione 650mila euro andranno ai Comuni nei quali non è presente la scuola primaria e/o la scuola secondaria di primo grado e/o la scuola dell’infanzia, sia statale che paritaria, mentre 170mila euro agli Enti nel cui territorio, pur non essendo presenti i plessi scolastici, esistano frazioni con bambini in età scolare. Altri 330mila euro saranno erogati in aggiunta ai Comuni che sono stati oggetto di soppressione di scuole primarie e/o secondarie di primo grado per l’anno scolastico 2015/2016. Un’ulteriore premialità, per un totale di 185mila euro, sarà finanziata ai territori che gestiranno il servizio di trasporto scolastico in forma associata.

Modalità e termini di presentazione. La manifestazione di interesse deve essere firmata digitalmente e inviata entro le ore 13 del 21 settembre 2015 all’indirizzo di posta elettronica certificata: [email protected]

In caso di problemi tecnici, da segnalare al Servizio Istruzione, sarà ammessa la consegna della documentazione cartacea, firmata in originale e spedita per posta raccomandata o consegnata a mano o con altro mezzo di recapito entro il medesimo termine. Non farà fede il timbro postale. L’indirizzo in questo caso è: Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, Direzione Generale della Pubblica Istruzione Servizio Istruzione, Viale Trieste n. 186 – 09123 Cagliari.


In questo articolo: