La procura di Milano chiede l’arresto di Marco Carta, impugnata la mancata convalida

Il cantante sardo era stato bloccato dalla polizia locale per un furto di magliette da 1200 euro alla Rinascente di Milano insieme ad una sua amica

È già sui tavoli della Cassazione da oltre una settimana il ricorso della Procura di Milano contro la mancata convalida da parte del giudice Stefano Caramellino dell’arresto del cantante Marco Carta, bloccato dalla Polizia Locale mentre usciva con una donna dalla Rinascente la sera dello scorso 31 maggio per un furto di 6 magliette per un valore complessivo di 1.200 euro. A firmare il ricorso, depositato alla Suprema Corte, è stato Nicola Rossato, il pm di turno quel giorno.

Dal nostro giornale partner Quotidiano.net