La Notte dei Poeti a Nora con Giancarlo Giannini: tutti i protagonisti

Presentato il programma del festival

Si alza il sipario sulla XXXII edizione del Festival “La Notte dei Poeti” organizzato dal CeDAC: cinque spettacoli in cartellone dall’11 al 25 luglio al Teatro Romano di Nora, con protagonisti come Giancarlo Giannini e Iaia Forte, l’attore e autore senegalese Mohamed Ba, Marco Bocci (nel ruolo di Modigliani), e Los Hermanos Macana con il loro tango macho. Accanto alle stelle di prima grandezza, risalta lo splendore della “Polvere di Stelle” (per grandi e piccini) fra la magia del nouveau cirque del “Circus Maccus!”, la meraviglia del “Volo dell’Innocenza” del Teatro Tages e l’ironia di “Bestie Feroci Revolution”, operina modulare firmata Teatro dallarmadio.

Vi è inoltre “La Notte dei Piccoli Poeti”, dedicata ai giovanissimi, che dà spazio a creatività e divertimento, da un workshop di teatrodanza “Sulle tracce di Gulliver” ai giochi acrobatici e gli esercizi di giocoleria del laboratorio “In Viaggio” con Virginia Viviano e la Compagnia Maccus, al piacere di costruire e animare un burattino con “La pianta dei…” del Teatro Tages, ispirato a una favola di Rodari.

Fil rouge della kermesse, il tema del viaggio reale o fantastico, tra le creature del teatro shakespeariano e la vita avventurosa degli artisti del circo, seguendo le tracce dei migranti o il cammino verso il successo rapido quanto effimero, e perfino nella memoria del Belpaese, sulle note di una canzone.


Parole e note riecheggeranno tra le antiche pietre del Teatro Romano di Nora – saranno i monologhi shakespeariani su partiture romantiche, o racconteranno le peripezie di popoli in fuga scandite dal violoncello; riproporranno i ricordi di Tony Pagoda (cantante melodico napoletano) o la storia di Modì, per divenire struggenti con i ritmi sincopati del “pensiero triste che si balla”. Oltre il palcoscenico sospeso tra cielo e mare, la “Notte dei Poeti” regala affascinanti incursioni tra la spiaggia e la città, a scuola e a Casa Frau: eventi e spettacoli, performances e laboratori, e una mostra-installazione di alto valore culturale, che coniugano letteratura e teatro, musica e arti visive, come invito alla lettura e alla (ri)scoperta dei classici.

Un progetto insieme artistico e pedagogico capace di coinvolgere un pubblico adulto e sollecitare le giovani menti attraverso i diversi linguaggi della scena e gli esercizi di creatività, che è stato accolto e condiviso dall’amministrazione comunale di Pula, con il sostegno della RAS e del MiBACT, e l’apporto della Fondazione Banco di Sardegna e di Sardinia Ferries, e la collaborazione di partners strategici sul territorio come le ProLoco di Pula, Iglesias, Meana Sardo e Lanusei e degli altri centri dell’Isola aderenti al Circuito Teatrale Regionale Sardo.

 

 


In questo articolo: