La mostra: “In hoc signo” a cura di Vittorio Sgarbi

Cagliari, Fondazione di Sardegna, 23 marzo -7 maggio 2016

La Fondazione Pio Alferano e Virginia Ippolito presenta la mostra “In hoc signo”, dedicata alla figura di san Costantino e alla sua celebrazione durante la sagra dell’Ardia di Sedilo.
La volontà di celebrare una delle più partecipate sagre in Sardegna nasce dalla devozione del Presidente Santino Carta, originario di Sedilo, da sempre rapito dal fascino di questa grande manifestazione, sia dal punto di vista mistico, rappresentato dalla fede che spinge migliaia di pellegrini a recarsi al santuario per invocare Santu Antinu, assurto alla santità per semplice volere della gente; che dal lato pagano identificato nella balentìa dei cavalieri, che sfidano lo spettro della morte fingendo, in quel giorno, di essere immortali.
Come scrive Vittorio Sgarbi: “Questa mostra è nata quasi come una forma di voto da parte di un devoto cultore dell’Ardia che ha invitato alcuni artisti, sardi e no, a mettersi in rapporto con il mito di Antine e della sua sagra secolare, ognuno libero di sviluppare il tema nel modo che meglio credeva, anche di presentare un’opera già realizzata precedentemente questa occasione, qualora ritenuta adatta a caricarsi di significati compatibili con l’argomento”.
Sedici artisti dei nostri tempi, non solo sardi, con 13 dipinti e 3 sculture, riflettono su una delle sagre più amate dell’isola: la tradizionale corsa a cavallo dedicata a san Costantino, che si svolge a Sedilo la sera del 6 luglio e si ripete la mattina del 7.

Dal lunedì al sabato, dalle ore 10 alle ore 20
Ingresso libero


In questo articolo: