Lega a Cagliari al 12%, euforia tra i box di San Benedetto: “Salvini sa come dire le cose”

Il boom del M5S? Scontato, la vera sorpresa è il risultato dei salviniani, votati da decine di migliaia di cagliaritani: “Salvini parla a tutti, il Pd impari la lezione”. GUARDATE le VIDEO INTERVISTE

Il 12 e qualcosa per cento per la Lega a Cagliari rappresenta un record storico. Le parole non proprio zuccherine riservate, anche ai sardi, dai leghisti? Scompaiono per sempre dentro le urne. Un risultato a doppia cifra – con l’alleanza strategica col Psd’Az, seppur senza il simbolo dei 4 mori nella lista – che non stupisce chi vende e chi compra al mercato di San Benedetto. Anzi.

“La gente non ne può più dei classici partiti, Salvini ha saputo parlare bene, e il boom dei 5 Stelle era nell’aria”, afferma un venditore di frutta e verdura, “c’è però l’incognita di chi governerà, chi ha la vera maggioranza?”. Sicuro un boxista che vende carne: “Salvini è uno dei pochi che dice cose comprensibili anche dai meno preparati, e ha obbiettivi precisi. I ‘grillini’ hanno preso i voti degli scontenti di destra e sinistra, il Pd si dovrà rendere conto di ciò”. Un altro boxista è “contentissimo, Salvini è uno dei nostri, il Pd se l’è cercata, i sardi hanno dato una giusta risposta”. Laconico un altro habituè del mercato civico: “Sono contento per i 5 Stelle, solo che non si potrà governare con questi numeri. La Lega? Non me ne può fregar di meno”.