La generosità che salva le vite: al Brotzu ieri l’11esimo trapianto di fegato dal 2019

Il miracolo è accaduto un’altra volta grazie alla generosità dei familiari di un donatore e della sua famiglia. A darne notizia l’associazione Prometeo Trapiantati Sardegna: “Il forse di ieri è diventata realtà, con un nuovo paziente che è stato trapiantato di fegato con una donazione arrivata da un ospedale del Nord della Sardegna”

Il miracolo è accaduto un’altra volta, l’undicesima per la precisione dall’inizio del 2019,  grazie alla generosità del dono: ieri un nuovo trapianto di fegato al Brotzu, che ha salvato la vita a una persona.

A darne notizia l’associazione Prometeo Trapiantati Onlus: “Il forse di ieri è diventata realtà, con un nuovo paziente che è stato trapiantato di fegato con una donazione arrivata da un ospedale del Nord della Sardegna che ha visto anche l’impiego dell’elicottero giallo dell’AREUS.  Sta bene e tutto procede come da protocollo del post trapianto. Il nostro grazie va al Donatore/trice, alla generosa famiglia che ha donato, che con questo gesto mostra a tantissimi sardi e non solo, come la Solidarietà può salvare una o più vite.Un grazie di cuore a tutto il personale dell’ospedale del Nord Sardegna per il grande impegno nelle tante donazioni di organi. In questo momento un grazie speciale a tutto il personale del “G. Brotzu” ed in particolare a quello della Chirurgia Generale che esegue i trapianti , perché anche in carenza di personale con 4 chirurghi e tanti infermieri in meno rispetto all’organigramma, cerca di mantenete in piedi l’importante attività ordinaria e quella non prevedibile dei trapianti di fegato e pancreas.
Un grazie anche al personale dell’Areus ed agli elicotteristi in particolare, per il grande supporto ai personale che si occupa dei prelievi di organi, consentendo agli stessi di arrivare in tempi rapidi al “G.Brotzu” con gli organi in ottimo stato senza ischemie.”


In questo articolo: