La Cagliari che non c’è più. In piazza Michelangelo resiste solo l’insegna del Cinema Corallo

Generazioni di cagliaritani avevano l’appuntamento settimanale fisso, tra proiezioni di seconda visione comunque interessanti. Poi, la svolta hot, prima della chiusura. A Cagliari i cinema sono ormai un lontano ricordo. Secondo voi, lettori di Cagliari Online, ci sarebbe lo spazio per una “resurrezione” delle sale?

Generazioni di cagliaritani avevano l’appuntamento settimanale fisso, tra proiezioni di seconda visione comunque interessanti. Poi, la svolta hot, prima della chiusura. A Cagliari i cinema sono ormai un lontano ricordo. Secondo voi, lettori di Cagliari Online, ci sarebbe lo spazio per una “resurrezione” delle sale?
Serranda arrugginita e “segnata” da una scritta spray che si fa fatica a leggere. Sopra, la storica insegna rossa: tutte lettere maiuscole per il Cinema Corallo. Un’istituzione nella Cagliari degli ultimi decenni prima del 2000. Ma la morte della sala di quella che, in passato, è stata piazza Pascoli, arriva decisamente prima del terzo millennio. Prima film generici, poi la virata verso l’hard, soprattutto negli ultimissimi anni di attività. E, se è vero come è vero che ormai la gente preferisce vedere un film in una multisala – di sicuro più grande ma con un’atmosfera totalmente differente rispetto ai cosiddetti “cinema di quartiere” -, proprio per questi ultimi, magari all’insegna dell’amarcord, può esserci la possibilità di una “resurrezione”? O la sfida del possibile imprenditore di turno è destinata a fallire? Dibattito aperto nei commenti nella nostra pagina Facebook.