La bellissima solidarietà tra sardi a Carrara: ragazza capoterrese fa arrestare un ladro, poi scopre che la donna rapinata è asseminese

Il bellissimo racconto di Elena Mara Fontana: “Giovedì scorso, mentre aspettavo che Eleonora finisse la terapia, mi sono ritrovata in mezzo ad una rapina in un ortofrutta di Carrara… Ho rincorso il ladro e l’ho fatto arrestare…poi ho scoperto che la titolare dell’ortofrutta è asseminese e c’eravamo già conosciute. Quanto è bella la solidarietà tra noi sardi anche fuori dall’isola…”

La bellissima solidarietà tra sardi a Carrara: ragazza capoterrese fa arrestare un ladro, poi scopre che la donna rapinata è asseminese. Il bellissimo racconto di Elena Mara Fontana: “Giovedì scorso, mentre aspettavo che Eleonora finisse la terapia, mi sono ritrovata in mezzo ad una rapina in un ortofrutta di Carrara… Ho rincorso il ladro e l’ho fatto arrestare… Dopo una mattinata in polizia, la proprietaria del negozio, mi ha invitata a tornare da lei.
Stamani ho portato il caffè e, chiacchierando, è venuto fuori che la nuora è di ASSEMINI e che, Eleonora, è nata lo stesso giorno e nello stesso ospedale di sua nipote. Ci eravamo già conosciute circa 4 anni fa!!!
Com è piccolo il mondo… noi Sardi abbiamo quel qualcosa di più, si sente e si riconosce ❤️😋”. 

A Casteddu Online Elena rivela altri dettagli di questa bella storia di olidarietà e attaccamento alla nostra Isola: “Io sono di Capoterra, il mio compagno  è di Assemini. Stiamo in Toscana da 6 anni. Abbiamo conosciuto questa famiglia in ospedale quando è nata mia figlia e a loro nasceva la nipote. Fanno parte della famiglia Concu di Assemini. Si, è stata una coincidenza che io mi trovassi li ma da subito si è instaurato un rapporto di solidarietà fiducia e gratitudine… È stato bello riscoprirsi legati dalle tradizioni”: Perchè essere sardi, a volte, è un ulteriore valore speciale.



In questo articolo: