La Asl Lanusei attiva nuovi punti di prelievo in Ogliastra

Asl Lanusei sempre più attenta alle zone periferiche del territorio con l’attivazione di nuovi punti di prelievo in Ogliastra. Ecco dove

La Asl di Lanusei conferma l’attenzione alle zone più periferiche del territorio con l’attivazione, in via sperimentale, di nuovi punti prelievo che si aggiungono ai servizi già attivati a integrazione di un’offerta sanitaria quanto più vicina ai cittadini. 

Perdasdefogu il punto prelievi sarà operativo da domani (mercoledì 20 luglio) il terzo mercoledì del mese (con interruzione nel mese di agosto), dalle 7.30 alle 9 nella sede della Guardia medica. A Perdasdefogu è già operativo l’ambulatorio di Diabetologia (il terzo giovedì del mese). 

Tertenia Il punto prelievi comincerà la sua attività a partire dal 3 agosto 2016, il primo mercoledì di ogni mese, nei locali della Guardia Medica in via Mereu dove sono già funzionanti l’ambulatorio di ginecologia (il primo mercoledì del mese) e quello di diabetologia (il quarto lunedì del mese). 

Urzulei: il punto prelievi sarà attivato il secondo giovedì di ogni mese a partire dall’8 settembre. 
I servizi sul territorio: I nuovi punti prelievi si aggiungono a quelli di Seui, operativo il quarto mercoledì del mese nel Poliambulatorio dove sono attivi anche l’ambulatorio di Ginecologia (quarto mercoledì del mese), quello di Dermatologia (primo giovedì del mese) e quello di Diabetologia (secondo giovedì del mese). 

Per Grazia Cattina, Commissario facente funzioni della Asl, l’attivazione dei punti prelievo rappresenta un rafforzamento dei servizi a favore di chi risiede in aree dell’Ogliastra in cui sono maggiori le difficoltà di spostamento verso le principali strutture sanitarie: «Un’iniziativa pensata per corrispondere alle istanze poste dai rappresentanti dei territori e che pensiamo sia utile soprattutto per le fasce più fragili della popolazione, come anziani o persone affette da particolari patologie, per le quali stiamo vagliando ulteriori soluzioni finalizzate a rispondere sempre meglio ai loro bisogni di salute»


In questo articolo: