Jerzu, ritrovato l’uomo disperso da due giorni: il fiuto dei cani non fallisce

E’ stato il fiuto dei cani a condurre i “colleghi in divisa” sulle tracce dell’uomo: è stato ritrovato in campagna, provato, ma sta bene

E’ stato ritrovato il 59enne jerzese di cui non si avevano più notizie dal giorno di Pasqua. Erano stati i parenti a dare l’allarme ai carabinieri di Jerzu che, dopo aver ricevuto la denuncia, hanno sin da subito avviato le prime ricerche. L’epilogo positivo della vicenda si è avuto oggi quando, al termine di una vasta ricerca coordinata dal Comandante della Stazione e condotta con l’ausilio dei Vigili del Fuoco di Lanusei e della Compagnia barracellare del Comune di Jerzu, lo scomparso è stato ritrovato in discrete condizioni in  un terreno non molto lontano dal centro abitato. 

Preziosissimo è stato l’aiuto delle  unità cinofile dei vigili del fuoco: grazie al fiuto di“Kinki”, un maschio di australian Kelpie e Kiro, un giovane Border collie. I cani di ricerca hanno rapidamente condotto i “colleghi in divisa” verso il ritrovamento dell’uomo disperso. Dopo i primi accertamenti eseguiti dai sanitari, è stato affidato al personale dei Carabinieri di Jerzu intervenuti sul posto. In questi casi l’immediatezza, la certezza di un posto di avvistamento della persona scomparsa, unitamente al fiuto dell’impareggiabile delle unità cinofile, hanno favorito la rapida e positiva risoluzione della ricerca. Sul posto hanno operato, oltre ai Vigili del Fuoco di Lanusei, i Carabinieri di Jerzu, alche alcune unità volontarie dei barracelli del Comune.