Janas: storie di donne telai e tesori finalmente a Cagliari

Il 27 aprile la prima proiezione sull’isola del docufilm sulla tessitura sarda fra tradizione e innovazione

Lunedì 27 aprile
ore 21,30: Cagliari, cinema Odissea, viale Trieste 84
Vivamente consigliata la prenotazione telefonica al numero 070 271709

Debutta a Cagliari alla presenza degli autori il tour con le prime proiezioni in Sardegna di JANAS – Storie di donne, telai e tesori, l’originale documentario narrativo sulla tessitura in Sardegna fra tradizione e innovazione prodotto da CARTA|BIANCA: ecco il trailer, sulle musiche di Paolo Fresu e Sonia Peana.

Dopo il successo delle prime presentazioni a Bologna, alla Cineteca con l’introduzione di Marcello Fois, uno dei protagonisti del film, e al cinema Odeon con Paolo Fresu, autore di parte delle musiche, lunedì 27 aprile alle 21,30, nell’ambito di Indymonday, al Cinema Odissea a Cagliari è in programma la prima proiezione, introdotta dagli autori Stefania Bandinu, Giorgia Boldrini e Giulio Filippo Giunti, e da Carlo Dessì, direttore artistico del Sardinia Film Festival.

Nei giorni successivi gli autori saranno a Oristano, Sassari e Nuoro.

Per prenotare o richiedere altre proiezioni al Cinema Odissea, tel: 070 271709

IL FILM

Un viaggio on the road in Sardegna tra passato e futuro, a partire dalla ricerca artistica ed esistenziale di Stefania Bandinu, artigiana-artista sarda che vive tra Bologna e l’isola e crea ‘gioielli narrativi’. Passati i trent’anni, Stefania attraversa la Sardegna per raccoglie tessuti che farà rinascere nei suoi gioielli, intraprendendo un viaggio di ritorno alle radici per guardare al futuro con occhi nuovi. Da Sant’Antioco a Cagliari, da Mogoro a Ulassai, da Alghero a Nule e Orgosolo e altro ancora, incontrando tessitrici e tessitori, artisti e intellettuali come Michela Murgia e Marcello Fois, incrociando saperi antichi, artigianato, arte e design… Stefania ascolta storie di passione, fatica, arte e magia, accompagna il suo viaggio una piccola troupe ’continentale’; come colonna sonora, le musiche di grandi musicisti sardi, anch’essi divisi tra l’isola e altre terre: Paolo Angeli, Bebo Ferra, Paolo Fresu e Sonia Peana.

CURIOSITA’

Il film nasce dall’incontro tra la ‘brigata narrativa’ di CARTA BIANCA, costituita da un bolognese di padre cagliaritano, Giulio Filippo Giunti, un’operatrice culturale bolognese, Giorgia Boldrini, e un poeta e film-maker romano trasferito a Bologna, Stefano Massari, e Stefania Bandinu, artista-artigiana che vive tra la Sardegna e Bologna.
Da questo incontro, avvenuto nella primavera 2013 attorno al tavolo di un ristorante barbaricino perso nella campagna bolognese, ha preso il via un progetto multidisciplinare, che ha al suo centro il documentario narrativo che viene presentato ora in Sardegna.

IL PROGETTO

Oltre che un film, Janas è un progetto interdisciplinare in evoluzione, che unisce i temi della cultura materiale, della valorizzazione del territorio e del rapporto fra tradizione e innovazione. Nel 2015 vedrà anche la luce la collezione omonima di gioielli narrativi di Stefania Bandinu, la protagonista del film, da cui ha preso avvio il viaggio che ha portato alla realizzazione del documentario.

LA COMMUNITY

Janas è anche una pagina facebook attiva dall’inizio del progetto, che ha visto crescere ogni giorno la community dei follower della pagina facebook, ormai più di 3.000, che seguono attivamente i contenuti quotidianamente aggiornati.

IL DVD

E’ già possibile acquistare il dvd del film a Cagliari presso la Libreria di via Sulis, via Sulis 3, in edizione semplice con booklet del diario di viaggio o in edizione limitata, con un gioiello numerato di Stefania Bandinu. L’acquisto del dvd sostiene il progetto, interamente autoprodotto da CARTA BIANCA.