Italia grandissima, la finale è di rigore: battuta la Spagna in una semifinale epica

Grandissima vittoria degli azzurri agli Europei, domenica la finale

Una partita intensa, molto difficile che sembrava avesse preso la piega giusta quando Federico Chiesa dopo un’ora di gioco, trovava l’angolo giusto per portare in vantaggio gli azzurri. L’Italia ha sofferto tanto il palleggio asfissiante della Spagna ma ha anche avuto l’occasione buona per raddoppiare, sembrava finire così, con il vantaggio italiano, poi una folata di Alvaro Morata rimetteva tutto in discussione, pareggio e interminabili minuti di sofferenza. Mancini, capito l’andazzo della gara, inseriva forze fresche come Pessina e Locatelli, quindi Bernardeschi. Finiti i tempi supplementari sul risultato di parità, uno a uno, si andava ai supplementari con i giocatori praticamente sfiniti dalla stanchezza, i rigori l’unica alternativa ad una gara sofferta, combattuta e interminabile. Rigori che comiciavano male per l’Italia, con l’errore dal dischetto di Locatelli che subito dopo veniva emulato da Dani Olmo. Poi Belotti, Bonucci, Bernardeschi e Jorginho assicuravano la vittoria agli azzurri, grazie anche all’errore di Morata. Italia in finale, forse con un pò di fortuna ma con una grande prova di sofferenza e di carattere, Mancini ha saputo leggere la partita e non si è smarrito quando ha visto l’atteggiamento tattico degli uomini di Luis Enrique, una partita snaturata, dove il gioco solitamente fatto dagli azzurri, è stato fatto dagli spagnoli. Mancini ha appena dichiarato “abbiamo quattro giorni per recuperare, poi si vedrà, sapevo che dovevamo giocare una partita dove c’era da soffrire, abbiamo avuto un pò di difficoltà nel finale della gara, poi tutto è andato per il verso giusto”. E adesso appuntamento a domenica, Wembley, la finale che vedrà di fronte l’Italia contro la Danimarca o l’Inghilterra, un’occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire.


In questo articolo: