“Is Mirrionis senza luminarie? Assurdo, le pagheremo  di tasca nostra”

È furioso Roberto Mocci, farmacista e vicepresidente del consorzio dei commercianti: “Il consorzio esiste da due anni, non è vero che non c’è. Il Comune non ci ha cercato, la nostra esclusione è stata come un fulmine a ciel sereno”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA

Natale 2018 si sta avvicinando anche in via Is Mirrionis, ma rischia di essere un dicembre “buio” quello che si apprestano a vivere residenti e commercianti. Il Comune non metterà una sola luminaria perché, come ha detto l’assessora alle Attività produttive Marzia Cilloccu, “i commercianti non si sono consorziati”. Tuttavia, l’anno scorso, proprio grazie al consorzio la strada ha rivisto, dopo sessant’anni, luci natalizie. Ecco perché Roberto Mocci, titolare di una parafarmacia e vicepresidente del consorzio che, nei fatti, esiste, è furioso: “Esiste da due anni, il Comune anche stavolta non ci ha cercato e come l’anno scorso proveremo a cavarcela con le nostre forze, ormai ci siamo abituati, questa è una zona priva di servizi e abbandonata, non siamo mai riusciti ad avere un appoggio” proprio dall’amministrazione comunale, sbotta Mocci.
“Nel Natale 2017 abbiamo ottenuto un successo grazie alle luminarie, e la gente ha già iniziato a chiederci se ci saranno anche quest’anno”, afferma Mocci, “è bello poter garantire quel piccolo sorriso in più. Siamo disponibili a dialogare con il Comune anche domani, il tempo c’è ancora. Abbiamo appreso la notizia della nostra esclusione leggendo Casteddu Online, è stato come un fulmine caduto dal cielo”.