“Io, insultata e molestata da un uomo di mattina: a Cagliari non sei sicura nemmeno in pieno centro”

I minuti di terrore vissuti da Fulvia Marongiu, 48 anni, a pochi metri dalla centralissima via Garibaldi: “Un cinquantenne, sbucato dal nulla, mi ha riempita di insulti mentre stavo portando a passeggio il cane. Ho cercato di difendermi, mi ha detto che voleva vedere cosa fossi capace di fare: Truzzu, in città ci sono troppi delinquenti”. La VIDEO INTERVISTA


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

È ancora scossa, consapevole che il peggio, fortunatamente, sia passato, ma decisa a denunciare pubblicamente cosa le è capitato. Fulvia Marongiu, 48 anni, ex operatrice sociale, disabile, racconta di avere vissuto lunghi minuti di terrore in pieno centro a Cagliari. Stamattina, mentre stava portando a passeggio il cane, ha svoltato da piazza San Domenico e stava raggiungendo via Garibaldi quando, all’improvviso, ha sentito una voce alle sue spalle: “Un uomo di 50 anni, italiano, vestito con una tuta rossa e blu, stava cantando. Appena mi ha vista ha iniziato ad insultarmi”. La Marongiu preferisce non ripetere le parole che le sono state rivolte, in faccia, da quella persona, “molto alta”, che si è messa davanti a lei. È rimasta impietrita per qualche secondo, la donna, poi si è fatta coraggio: “Gli ho detto che, se avesse continuato, l’avrei filmato. Erano le nove del mattino, in strada non c’era quasi nessuno. Solo due ragazze, sulla soglia di un bar. Lui ha continuato a insultarmi e molestarmi, dicendomi che voleva vedere cosa fossi capace di fare”. Dopo qualche secondo, il cinquantenne si è allontanato e Fulvia Marongiu ha allungato i passi per raggiungere via Garibaldi, una strada decisamente più affollata.
“Ho già avvisato un consigliere comunale della maggioranza. Ho deciso di raccontare tutto perchè ho letto degli altri casi di molestie subìti anche da ragazzine. Quell’uomo non mi ha toccata, ma ho avuto tanta paura. A Cagliari servono più controlli, soprattutto nel centro storico. Il mio appello va alle forze dell’ordine e anche al sindaco Paolo Truzzu. In città ci sono troppi delinquenti”.


In questo articolo: