“Io, cameriera di Quartu positiva al Covid da oltre un mese e senza il quinto tampone”

Positiva dal 20 agosto e “prigioniera” nel resort dove lavora come cameriera, Michela Pinna è disperata: “Oggi torno a casa in ambulanza, continuerò a vivere isolata perchè l’Ats non mi ha fatto il quinto tampone: spero almeno che l’Inail mi riconosca un piccolo compenso”

Esito del primo tampone positivo: venti agosto. Poi, altri tre tamponi: “L’ultimo risultato è arrivato lo scorso 17 settembre, sono ancora positiva al Coronavirus”. Michela Pinna, 21enne di Quartu, oggi lascerà il resort di Santo Stefano, a La Maddalena, dove era andata per lavorare come cameriera. Un impiego lavorativo per un’estate che, anche per lei, si è trasformata in un incubo.

Nei fatti, è da oltre un mese in quarantena-isolamento: “Oggi verrà a prendermi un’ambulanza e sarò portata sino a Quartu Sant’Elena, dove vivo. Andrò ancora in isolamento da tutto e da tutti in un’abitazione”. Perchè? “Perchè sto ancora aspettando il quinto tampone da parte dell’Ats”. E, comunque, anche se fosse negativo non basterebbe, visto che ne servono due. “Mi sento dimenticata, abbandonata. Non è possibile lasciare le persone in queste condizioni, anche se sono asintomatica non vuol dire che, mentalmente, stia male. Sfido chiunque a farsi un mese di reclusione senza assistenza. Adesso potrei anche essere negativa al virus, ma non lo posso sapere”, osserva. “Spero che questa mia testimonianza possa servire per contribuire a far migliorare il settore della sanità pubblica”.

Studentessa di lingue, la Pinna inizia a lavorare come cameriera nel resort lo scorso venticinque luglio. Poi, i contagi, che colpiscono anche altri suoi colleghi e colleghe. “È un’esperienza devastante”, afferma la Pinna. La ventunenne incrocia le dita per quanto riguarda l’aspetto economico: “Spero che l’Inail possa riconoscermi un piccolo compenso”. Anche se la speranza principale sembra essere quella, una volta arrivata a Quartu, di essere sottoposta ai nuovi tamponi. E che l’esito sia negativo.


In questo articolo: