Invasione di topi nel Corso, il Comune ora chiede aiuto alla Asl

Vere e proprie colonie di ratti scatenate nel Corso, interviene l’amministrazione comunale

Il Comune di Cagliari chiederà alla ASL un tavolo tecnico per concordare le strategie più efficaci nella lotta ai ratti in corso Vittorio Emanuele.

L’Assessorato all’Igiene del Suolo cerca così di affrontare con mezzi adeguati l’emergenza scattata in quest’area della città. Si sono moltiplicate, infatti, le segnalazioni sulla presenza di colonie di topi che sembrano non temere le ripetute azioni di derattizzazione. A favore degli animali giocano le condizioni di un quartiere ricco di ripari, passaggi verso il sottosuolo e edifici in degrado. Per questo la collaborazione con la ASL, da affiancare agli strumenti del Centro Provinciale Antinsetti (che si occupa anche di derattizzazioni), viene considerata un fattore fondamentale per colpire con maggiore precisione i punti critici della situazione attuale.

Da parte del Comune, per quanto di competenza, sono diverse le ipotesi di intervento da portare al tavolo. Potrebbe essere sperimentata una nuova batteria di raccolta dei rifiuti, che preveda contenitori di nuova concezione contro le incursioni dei topi. L’attenzione andrebbe rivolta anche alle vicinanze del Portico di Palabanda, con la ricerca di soluzioni condivise tra l’amministrazione pubblica e i soggetti privati che possiedono o usano terreni e locali commerciali. Sarebbe intensificata, per ultimo, la vigilanza sulla corretta differenziazione dei rifiuti, dopo aver rilevato non pochi casi di discarica “disinvolta” che incoraggia il pasto dei ratti.

Oltre che sull’apporto di ASL e Centro Provinciale Antinsetti, il Comune conta sull’intesa con gli operatori della ristorazione che lavorano nel quartiere. Sono previsti incontri e azioni di sensibilizzazione per tutelare insieme l’igiene del suolo.


In questo articolo: