“Incompatibile con i nostri valori culturali”: l’Exma di Cagliari annulla evento di CasaPound

Clamorosa decisione della struttura, di proprietà del Comune e assegnata a un’associazione. “No”, all’ultimo, alla presentazione dei candidati del movimento alle elezioni del 4 marzo. Cosa ne pensate?

“Comunichiamo che la presentazione dei candidati sardi di CasaPound Italia, prevista per domani mattina (mercoledì 7 febbraio, ndr), non si svolgerà negli spazi dell’Exma, per specifica volontà della Direzione, in quanto non compatibile con i valori culturali del Centro”. Un “no” che arriva a pochissime ore dall’evento organizzato dal movimento, presente anche in Sardegna per l’imminente tornata elettorale del 4 marzo prossimo. La struttura di via san Lucifero è di proprietà del Comune, che ha concesso la gestione al consorzio Camù.

Quello che sorprende è che – stando a rumors che arrivano dalla stessa CasaPound – il pollice verso dei proprietari temporanei dell’Exma sarebbe arrivato dopo aver stipulato e firmato tutte le carte utili allo svolgimento dell’evento, tra le quali ci sarebbe anche la “classica” fattura. In altre parole: CasaPound avrebbe già pagato quello spazio che, a meno di un giorno dall’evento, le viene negato. Una scelta che potrebbe portarsi dietro uno strascico di polemiche politiche.

 


In questo articolo: