In partenza a Cagliari l’Affido Culturale: quando le famiglie si prendono cura delle altre famiglie attraverso la cultura

Solidarietà, incontro, conoscenza, condivisione: sono i valori che ispirano il concetto dell’Affido Culturale, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile che dopo Napoli, Roma, Modena, Bari e Milano arriva anche a Cagliari grazie all’impegno della Cooperativa Panta Rei Sardegna con il suo Progetto Outsiders e all’adesione di oltre 25 realtà culturali del territorio, tra imprese e associazioni.

Solidarietà, incontro, conoscenza, condivisione: sono i valori che ispirano il concetto dell’Affido Culturale, un progetto selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile che dopo Napoli, Roma, Modena, Bari e Milano arriva anche a Cagliari grazie all’impegno della Cooperativa Panta Rei Sardegna con il suo Progetto Outsiders e all’adesione di oltre 25 realtà culturali del territorio, tra imprese e associazioni.

L’idea di fondo dell’Affido Culturale è molto semplice. Un genitore, che abitualmente frequenta con i suoi figli il cinema, il teatro, il museo o la libreria, porta con sé anche una bambina o un bambino – eventualmente con un membro della sua famiglia– che in questi luoghi non entrerebbe per diversi motivi: economici, di difficoltà linguistica, di salute o altro.
Si crea così la possibilità di offrire delle opportunità culturali ai giovanissimi e spesso anche alle loro famiglie, e allo stesso tempo di rinforzare le relazioni e i legami, in una visione solidale e concreta della società.

Il progetto è finanziato dal bando Un passo avanti promosso dall’impresa sociale Con i bambini, che accede al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile nato da un Protocollo di Intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo, è partito inizialmente in quattro città e successivamente replicato in quanto modello di successo per le sue caratteristiche moderne e innovative nel sistema sociale.

Affido Culturale si struttura a Cagliari grazie ad Outsiders, il progetto sperimentale e innovativo finanziato dall’Impresa sociale Con i Bambini che, dal 2020 porta avanti azioni di contrasto alla povertà educativa insieme a una rete di partner pubblici e privati.

AC propone di mobilitare, contro la povertà educativa, delle “famiglie risorsa”, valorizzando l’esperienza dell’affido familiare, ma declinandola sullo specifico della fruizione di prodotti e servizi culturali. E’ proprio da questo spunto che Panta Rei Sardegna ha tratto ispirazione per organizzare l’Affido Culturale a Cagliari: “L’idea è nata dalla nostra pregressa esperienza nell’affiancamento familiare”, racconta la vicepresidente Marta Chessa “Sempre nell’ambito di un progetto nazionale finanziato da CiB abbiamo avuto modo di sperimentare l’affiancamento familiare secondo il modello ‘Una famiglia per una famiglia’ della Fondazione Paideia di Torino. Quella dell’affiancamento familiare è stata un’esperienza formidabile che ha concorso a migliorare il benessere di 8 bambini (ogni affiancamento familiare dura un anno).
L’idea dell’Affido culturale completa le nostre azioni di solidarietà familiare e per questo ci è sembrata una magnifica occasione.”

La peculiarità del progetto declinato a Cagliari sta proprio nel potenziare ulteriormente il concetto di Rete e di coinvolgimento del territorio: gli esercenti culturali che aderiscono saranno pagati con uno strumento che si chiama LocalPay e che è stato implementato da Sardex, che è anche partner di Outsiders. La caratteristica delle LocalPay è la possibilità di mettere in rete gli esercenti che aderiscono al progetto senza nessun costo per l’esercente destinando il 3% di quanto ricevono in LocalPay a progetti ideati dai bambini. Inoltre, non c’è nessun costo per le persone che intendono diventare “affidatari culturali”: attraverso la LocalPay le famiglie hanno un budget da spendere presso gli esercenti culturali che aderiscono alla rete.

“Con l’utilizzo della Localpay le risorse economiche diventano strumento positivo e di responsabilità sociale. Merchant, associazioni culturali e di volontariato diventano inclusivi in rete prima, tramite la piattaforma, e in società poi, con le loro attività. Di fatto, in questo modo sta sorgendo una nuova Comunità educativa ed educante in città, perché i Merchant e Associazioni sono parte attiva e propositiva del progetto; sta nascendo, per scelta, un modello fresco e riconoscibile”. Così Gianpaolo Marras (Sardex), a conferma della forte vocazione comunitaria dell’iniziativa, che diviene anche per gli aderenti un modo concreto di testimoniare che un’altra società – inclusiva, solidale, sostenibile e coesa- è possibile. Tutti i “merchant” coinvolti nell’iniziativa hanno infatti manifestato grande interesse alla creazione di una rete non solo territoriale, ma sociale che coinvolga tutta la cittadinanza. 

Affido Culturale può essere fatto da tutti, persone singole, coppie e famiglie. Attualmente il Panta Rei Sardegna ha una rete di persone e famiglie disponibili ad essere una risorsa per altre famiglie e altri bambini ma abbiamo bisogno che la rete della solidarietà familiare cresca”, spiega Marta Chessa. “Ognuno dona il tempo che può per un bambino o una bambina che rischia di non avere parità di accesso alle risorse culturali della Città. Le persone che sono interessate all’Affido culturale possono contattarci scrivendo alla mail [email protected] o chiamarci allo 070651199.”

Finora gli esercenti culturali che hanno aderito alla LocalPay di Outsiders e ad Affido Culturale a Cagliari sono: Associazione  Culturale Laboratorio Scienza ETS, Associazione Culturale Theandric, L’orso Babà di Burkhard von Prondzynski, Arasolè Srls, Consorzio Centri d’Arte e Musei Camù, Atelier artistico pedagogico Le Nuvole di Federica Nocco, Associazione Culturale Contattosonoro, Associazione Culturale Teatro Botanico, Associazione Punti di Vista, Associazione Sportiva Dilettantistica Beta, Associazione Culturale Le Strade di Macondo, Teatro di Sardegna Soc. Coop. Arl, Is Mascareddas, Nuovo albero delle meraviglie Ets, Asd Windsurfing Club Cagliari, Centro Internazionale del Fumetto – Associazione Hybris, Art’In Associazione Culturale, Con un po’ di fantasia di Carla Sappia, Teatro del Sale Cagliari Società Cooperativa Sociale, Associazione Culturale Teatro del Segno, Centro Velico Sam, ASD New Point San Giovanni, ASI Comitato Provinciale di Cagliari, Associazione Culturale del Sottosuolo, Cedac-Teatro Massimo, NAMM (Nuova Audio Music Media), S’Avanzada Climbing ASD, Scuola di Musica Singers Club, CRIF Centro per la Ricerca e l’Indagine Filosofica.

 

Per informazioni
Cooperativa Panta Rei Sardegna
[email protected]
Tel.070651199


In questo articolo: