In arrivo il decreto: senza green pass 400 euro di multa per i clienti e chiusura del locale

SI ENTRERA’ QUASI DAPPERTUTTO SOLO COL GREEN PASS- Le prime indiscrezioni sul documento in lavorazione a Roma. Salvini contrario. Lunedì o martedì la riunione di Draghi con la cabina di regia, giovedì il via libera del consiglio dei ministri. Stato d’emergenza prorogato fino a dicembre

Cinque giorni di chiusura per i gestori e 400 euro di multa per i clienti, ridotti a 260 se si paga entro 5 giorni. Costerà caro, fra qualche giorno, entrare in luoghi pubblici a rischio assembramento – bar, ristoranti, teatri, cinema, piscine, palestre, centri commerciali – senza il green pass, l’unico modo secondo il governo di evitare nuove chiusure. Lo stato di emergenza sarà prorogato almeno fino a dicembre, in modo da consentire al governo i più ampi margini di manovra in tempi rapidi.

Sono le prime indiscrezioni sul nuovo decreto in lavorazione a Roma: lunedì o al massimo martedì ci sarà la cabina di regia con il premier Mario Draghi e probabilmente già giovedì arriverà il via libera dal consiglio dei ministri. Non senza malumori: il leghista Matteo Salvini è totalmente contrario al green pass in stile Macron, ma anche i 5 Stelle non fanno salti di gioia. Irremovibili Pd e Leu, con il ministro Speranza di nuovo in massima allerta per l’impennata dei casi e per le previsioni degli esperti che prevedono casi quintuplicati per agosto.

‘Il certificato verde, che attesta l’avvenuta vaccinazione con due dosi o la negatività del tampone entro le precedenti 48 ore al massimo o la guarigione dal Covid, sarà dunque l’unico passepartout per chi vorrà riprendere una vita più o meno normale e trascorrere un’estate tranquilla. Dopo l’annuncio di Macron, che ha fatto da apripista, oltre un milione di francesi in poche ore si è prenotato per i vaccini.