Impennata dei contagi a Elmas, “tanti under 40 e giovanissimi: serve più educazione dalle famiglie”

Il sindaco Ena aggiorna i dati, 65 positivi in città, e lancia un nuovo sos: “Più rispetto e regole anche attraverso l’azione educativa delle famiglie. Se i dati peggioreranno ci saranno nuove restrizioni”

Dai trentasei di fine luglio ai sessantacinque di oggi. Impennata dei casi di Coronavirus a Elmas, a snocciolare i dati è il sindaco Antonio Ena: ”Facendo parte dell’Area Metropolitana anche Elmas segue il trend generale, questo però non nasconde il clima di incertezza che viviamo e su cui dobbiamo stare massimamente vigili.
Voglio sottolineare che, dall’analisi delle liste delle persone contagiate in nostro possesso, notiamo purtroppo una prevalenza degli under40 e dei giovanissimi: questo impone una ulteriore e forte richiesta di maggiore attenzione e rispetto delle regole, anche tramite l’azione educativa delle famiglie”, così Ena, che lancia un vero e proprio appello al buon senso.

 

“È ovvio che se i dati dovessero peggiorare, a malincuore sarò costretto a emettere nuove ordinanze a tutela di salute pubblica e sicurezza. È mia premura difendere la comunità che amministro e son consapevole che tutti condividano il fatto che non possiamo rischiare che il virus continui a propagarsi. Confido nel senso di responsabilità di tutti”.


In questo articolo: