Immersione fatale a Marina Piccola, lacrime a Cagliari per la morte di Gabriele Ibba

Ecco chi è il sub morto nel mare davanti alla Sella del Diavolo dopo un tuffo da un gommone. Il corpo del 20enne recuperato dai sommozzatori dopo l’sos lanciato dagli amici

Gabriele Ibba, cagliaritano di 20 anni, sub. Ecco chi è la vittima dell’immersione fatale avvenuta ieri sera nelle acque di Marina Piccola, davanti alla Sella del Diavolo. Il corpo senza vita del giovane è stato recuperato dopo circa due ore di ricerche dai sommozzatori dei Vigili del fuoco, intervenuti dopo l’sos lanciato dalla Guardia costiera, arrivata sul posto con alcuni gommoni e anche con un elicottero. A dare l’allarme sono stati gli amici del ventenne, anche loro presenti a bordo di un gommone col quale hanno compiuto alcune immersioni nel mare del Poetto. L’ultima, purtroppo,si è rivelata fatale per Gabriele Ibba. Il suo cadavere è stato trasportato sulla riva dai soccorritori, alle operazioni hanno assistito numerosi cagliaritani intenti a passeggiare nell’area di Marina Piccola. La conferma dell’identità della giovane vittima arriva direttamente dalla Capitaneria di porto del capoluogo sardo che ha coordinato tutte le operazioni di ricerca.

 

 

Un dramma che sconvolge le tante persone che conoscevano Gabriele Ibba, un giovane sub morto in una serata estiva di meta luglio. Ancora da chiarire le esatte cause del dramma, dai primissimi accertamenti era emerso che Ibba si sarebbe tuffato dal gommone con la muta e i pesi da sub in una porzione di mare con un fondale profondo 18 metri.