“Il tuo futuro si chiama Sardegna”. Via alle iscrizioni ai nuovi corsi promossi dall’Anap

Un anno di formazione a quanti vogliono rimanere nell’Isola e lavorare nel turismo.
Messaggio Pubblicitario. Pubbliredazionale

La valorizzazione dei beni culturali e museali e delle specialità enogastronomiche della Sardegna con la loro unicità: è l’obiettivo su cui si fonda l’articolato progetto di formazione varato da un raggruppamento di imprese guidato da Anap Sardegna con i suoi partner, il consorzio Camù, l’associazione Imago Mundi e l’azienda STI, Soluzioni Turistiche Integrate.

L’intervento partirà nei prossimi mesi e si concluderà ad aprile dell’anno prossimo ed è rivolto a quanti sono interessati a trovare un’occupazione o a varare una nuova impresa nei settori del turismo e dell’ambiente.

Denominato “For-Mare e dintorni” – dalla filosofia che lo sottende per la quale dalla costa, con un’onda turistica lunga, porti benessere ai territori interni – il programma formativo propone sette percorsi. L’ambito territoriale di riferimento del progetto sono i territori della costa occidentale della Sardegna e le comunità interne limitrofe.

“For-Mare e dintorni” prevede 5 percorsi formativi per la certificazione delle competenze, di 470 ore ciascuno per: • turismo enogastronomico• «Turismi» per lo sviluppo locale • Turismomuseale- Altri 2 corsi da 120 ore ciascuno supporteranno quanti intendono avviare un’attività autonoma nell’area dei servizi per il turismo culturale e del turismo sostenibile. I corsi sono riservati a 140 residenti in sardegna, dei quali 77 donne, diplomati, disoccupati o inoccupati, e con una buona conoscenza della lingua inglese. Non è fissato alcun limite d’età. Prevede come sedi dei corsi le città di Oristano, Sassari e Iglesias.

“Con i nostri corsi”, spiega il coordinatore del progetto Franco Corpino, “anche attraverso la collaborazione di numerose imprese, ci proponiamo di valorizzare le competenze presenti nei settori del turismo dei beni culturali e museali, la realizzazione di un sistema turistico integrato e competitivo, ma anche di rafforzare la propensione all’autoimprenditorialità, generare e aumentare l’occupazione favorendo il reinserimento lavorativo di quanti hanno perso un’occupazione”.

Di particolare interesse l’innovativa formula didattica scelta per i diversi percorsi, che prevede l’affiancamento di esperti provenienti dalle aziende e dagli enti partner del progetto (tra i quali un centro di ricerca, un’università internazionali e un acceleratore d’impresa), esperienze lavorative all’estero e la sperimentazione di un metodo basato sullo sviluppo di una “consapevolezza individuale”, in grado di incidere sull’ambiente circostante in un ottica di salute, intesa come benessere fisico, psichico e sociale. Insomma, la promozione della realizzazione lavorativa come specchio del ruolo sociale dell’individuo, che, adeguatamente valorizzato, produce un valore aggiunto nell’accrescimento professionale e imprenditoriale del territorio, per permettere ai corsisti di vedere il loro futuro in Sardegna.

Le iscrizioni sono aperte fino al 15 aprile. Gli interessati possono scarica il regolamento di partecipazione e selezione, i moduli d’iscrizione e tutte le informazioni relative al progetto For-Mare e Dintorni sul sito anap-sardegna.it

Per informazioni dettagliate ti aspettiamo nella sede ANAP di Oristano in via Cagliari, 177.

Oppure contattataci all’indirizzo formare@anap-sardegna.it o chiama al numero 0783 773720.

Operazione finanziata dalla RAS e cofinanziata al 50% con risorse del FSE

L’ANAP opera in Sardegna dal 1963 con lo scopo di provvedere alla formazione dei giovani disoccupati, all’aggiornamento e alla riqualificazione dei lavoratori.

Le sedi formative ANAP operano nell’ambito di programmi formativi della Regione Autonoma della Sardegna e della Unione Europea.

In 50 anni di attività di attività l’Ente ha qualificato oltre 7.000 giovani molti dei quali si sono inseriti nel mondo del lavoro.

Nell’ambito dei programmi promossi dell’Unione Europea, l’ANAP ha svolto attività formative a carattere transnazionale con istituti di formazione della Germania, Spagna, Grecia e Portogallo.



In questo articolo: