Il Sulcis piange il suo papà della vela, a 71 anni muore Livio Rivano

Carabiniere, campione mondiale di pentathlon ed assessore allo Sport di Portoscuso, ha perso la battaglia contro un tumore. Il sindaco Alimonda: “Ha dato lustro alla nostra città, un abbraccio immenso alla moglie e ai due figli”

Il Sulcis in lacrime saluta, per sempre, il suo “papà” della vela. A settantuno anni è infatti morto Livio Rivano: carabiniere sin da giovane, la sua vita è stata votata principalmente allo sport. È stato, tra le altre cose, direttore sportivo del Windsurf Vela Club di Portoscuso, la sua città natale. Si è spento oggi, Rivano, da settembre stava lottando contro un tumore che, purtroppo, non gli ha lasciato scampo. Ha fatto anche politica, il 71enne: assessore comunale allo Sport proprio nella sua Portoscuso per due legislature, poi consigliere comunale sino al 2007. Lascia moglie e due figli.

Il sindaco Giorgio Alimonda trattiene a fatica le lacrime: “Livio era un amico, una persona sincera e che ha dato tantissimo lustro alla nostra città. Ha organizzato, per molti anni, tanti eventi sportivi legati alla vela ma anche al nuoto e alla corsa”.


In questo articolo: